Il mese di Ottobre è stato un periodo denso di iniziative di sensibilizzazione e informazione psicologica. Tra di esse vi è la ricorrenza del “Mese della consapevolezza sul lutto in gravidanza e dopo la nascita”, che vede ogni anno la realizzazione di numerose attività in tutto il territorio nazionale e a livello mondiale.
Tale ricorrenza culmina nella celebrazione del BabyLoss Awarness Day- Giornata internazionale del lutto perinatale - del 15 Ottobre, non ancora istituzionalizzata in Italia ma sostenuta e promossa dall’associazione CiaoLapo, organizzazione no profit che svolge attività di sensibilizzazione sul tema, di formazione per gli operatori del settore e sostegno alle famiglie in lutto, realizzando gruppi di auto-mutuo aiuto e condivisione sul proprio sito web di informazioni ed esperienze.
Tutto questo è necessario perché tutt’oggi il lutto perinatale è ancora un tabù, un dolore non sempre riconosciuto e di cui si fa fatica a parlare, soprattutto perché fa sentire chiunque si confronti con esso spiazzato e impotente. Un dolore spesso inespresso e inesprimibile da parte dei genitori, perlopiù minimizzato con commenti poco utili o francamente inopportuni da chi gli sta intorno, lasciando così chi vive la perdita a sentirsi incompreso e solo. In questi casi alto è il rischio di complicanze nell’elaborazione dei vissuti di perdita e di sequele psicologiche significative.
Numerose le iniziative realizzate anche quest’anno per la giornata. La più sentita è L’onda di Luce, ovvero l’invito a tenere accesa una candela per un’ora, dalle 19.00 alle 20.00, per ricordare i propri bambini persi in gravidanza, nati morti o venuti a mancare dopo la nascita. Il rito viene celebrato in tutto il mondo, con l'intento di creare un’onda di luce globale che possa non soltanto ricordare i figli perduti, ma anche e soprattutto scaldare il cuore dei genitori in lutto, dando loro la possibilità di sentirsi meno soli.
Un’altra iniziativa di sensibilizzazione, lanciata da CiaoLapo e condotta sui social da genitori che vivono o hanno vissuto questo dolore, è stata la condivisione di esperienze con l'hashtag #mettiamocilafaccia, attraverso cui in molti hanno espresso pensieri ed emozioni relativi alla propria esperienza di perdita.
Numerosi comuni italiani hanno aderito alla celebrazione della giornata illuminando i loro monumenti principali di azzurro e di rosa, sposando così la causa della necessità di sensibilizzare tutta la comunità al tema del lutto perinatale.
Durante tutto il mese, infine, si sono tenuti diversi eventi informativi e di formazione, finalizzati a stimolare la giusta consapevolezza e attenzione sulla tematica. Le iniziative - rivolte a chiunque si relazioni con genitori che vivono una perdita perinatale, siano essi i familiari, gli amici, nonché gli stessi operatori del settore nascita - sono pensate per promuovere, fin dal primo momento, la giusta ‘cura’ verso chi vive questa esperienza.
A tal proposito, presso il Centro Famiglie Nuovi Legami è attivo un Servizio di prevenzione e sostegno psicologico nella fase di vita perinatale. Il Servizio si rivolge a individui e famiglie che stanno cercando, o sono in procinto di compiere, oppure che hanno appena compiuto, il passo di diventare genitori. Tra le tematiche per le quali si può chiedere uno spazio di ascolto e sostegno vi è appunto il lutto perinatale: grazie alla presenza di operatrici qualificate e con esperienza nell’ambito, è possibile ricevere un supporto nell'elaborazione dell’accaduto e un accompagnamento nel difficile percorso di accettazione della perdita, facilitando il processo di trasformazione del dolore che ne deriva.
Il Servizio si rivolge inoltre a singoli o coppie che nel loro percorso verso la genitorialità affrontano delle criticità o si confrontano con qualunque problematica legata all’arrivo di un figlio, da quelle più fisiologiche a quelle impreviste e, pertanto, potenzialmente più destabilizzanti.
Le attività vengono realizzate anche avvalendosi della collaborazione con i Servizi del territorio e gli operatori che intervengono in ambito perinatale (Consultori familiari, Punti nascita), con cui il Centro opera in rete, in un’ottica di integrazione multidisciplinare.
Il Servizio si rivolge ai cittadini residenti nel Municipio Roma VII e l’accesso è gratuito, previo appuntamento.
Qui le indicazioni su come poter accedere.

Scarica la brochure

La Guida alla maternità in un paese straniero fornisce informazioni su tutti gli aspetti legati alla gravidanza. Si rivolge alle mamme che abbiano bisogno di conoscere i servizi che in Italia accompagnano la donna nella fase della gravidanza e nei primi mesi dopo il parto. E’ pubblicata nell'ambito dei fondi regionali del Progetto MiFaSol in 6 diverse lingue oltre l’italiano e può essere scaricata gratuitamente qui. La guida è stata realizzata a cura delle dott.sse Marica Faggi, Serena Bianchini e Silvia Trombetta, con progetto grafico di Catia Foschi.

L'Appartamento Pedagogico - progetto "Genitori in Crescita" - propone un calendario di incontri gratuiti per genitori su tematiche molto attuali e relative a diverse fasce di età. La scuola, la sicurezza sanitaria e sociale, l'adolescenza, l'aggressività e l'educazione sessuale sono solo alcuni fra i numerosi temi affrontati in questo percorso di riflessione e informazione per i genitori, che si snoda da aprile a giugno con incontri condotti da una équipe di esperte: una psicoterapeuta, un'educatrice e una pedagogista.
Si parte sabato 2 aprile con "Non voglio più andare a scuola! Perché i miei compagni mi prendono in giro?" (dai 6 anni), a seguire il 9 aprile "Mio figlio è violento? Come affrontare l'aggressività dei bambini e delle bambine" (dai 2 ai 6 anni) e il 30 aprile "Nativi digitali. Opportunità e rischi delle nuove tecnologie" (dai 3 anni in sù).
Gli incontri si svolgono prevalentemente il sabato mattina dalle 10 alle 12 e prevedono la possibilità di usufruire del servizio gratuito di ludoteca per i bambini per facilitare l'organizzazione familiare. Sono gratuiti e rivolti ai genitori residenti nei Municipi IV-V-VI-VII-VIII e IX di Roma Capitale.
Per partecipare è necessario prenotarsi telefonando al numero 389-0405926 o scrivendo inviando una mail all'indirizzo genitorincrescitaroma@gmail.com

Tel. 389-0405926
genitorincrescitaroma@gmail.com
Via Poggio Tulliano n. 5B

Scarica qui il calendario dettagliato:  calendario apr-giu22

L’Università La Sapienza di Roma - Dipartimento di Psicologia Dinamica Clinica e Salute - Facoltà di Medicina e Psicologia, il giorno 31 marzo dalle 9.00 alle 13.00, organizza un convegno per approfondire il tema con esperti.

Il convegno si pone l’obiettivo di promuovere una riflessione sul concetto di famiglia, dalla sua definizione tradizionale alle nuove configurazioni relazionali. Oggi più che mai essa è al centro di discussioni tra chi vorrebbe mantenerne la forma strutturata e chi, pur riconoscendo la necessità di preservare alcuni riferimenti di base, vorrebbe invece che fosse flessibile per adattarsi ai molteplici e inevitabili cambiamenti sociali.
Tra gli esperti, interverrà la dott.ssa Gabriella Mosca del Centro Famiglie Nuovi Legami, per presentare un modello d’intervento da lei sviluppato, atto a mediare e ricomporre le relazioni in caso di separazioni familiari caratterizzate dalla rabbia del dolore. Spesso i genitori che soffrono il fallimento del progetto familiare tendono ad attribuire all’altro la responsabilità di tali difficoltà e finiscono col rimanere incastrati in un atteggiamento recriminatorio piuttosto che centrarsi sulle proprie ferite e su quelle dei figli, per il superamento delle quali necessitano invece di reciproco riconoscimento e sostegno.

In questo scenario l’intervento sperimentato dalla dott.ssa Gabriella Mosca nel Centro Famiglie del Municipio Roma VII si pone come una nuova risorsa, di supporto alle famiglie nell’affrontare questo stallo e nel realizzare la propria transizione evolutiva.

Il convegno è gratuito e aperto a tutti/e. Per info e iscrizioni è necessario inviare una mail a: congressofamigliaoggi@gmail.com

Brochure  Locandina

E' stato da poco inaugurato il  progetto Genitori in Crescita: un appartamento pedagogico dove le famiglie possono incontrarsi per condividere attività, esperienze, riflessioni, sia in modo libero che guidato dagli operatori.

Il servizio si propone di facilitare l'incontro e lo scambio fra genitori e figli attraverso laboratori ludici, fra famiglie attivando percorsi di formazione e scambio, e rispetto al territorio facilitando l'accesso ai servizi. Si intende così sollecitare le risorse delle famiglie stesse e sostenere processi di inclusione e benessere.

Il servizio, istituito dal Dipartimento delle Politiche Sociali e della Salute e dalla ASL Roma 2, con finanziamento del Fondo Nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza (ex. Lg. 285/97) è gestito dalle Cooperative Meta, Obiettivo Uomo e Bottega solidale, è gratuito e rivolto ai cittadini residenti nel territorio della ASL RM2 (municipio IV, V,VI,VII,VIII e IX).

L'appartamento è ubicato in via Poggio Tulliano 5/B (Metro Arco di Travertino) ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.30, il sabato dalle 10.00 alle 13.00

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Call Center dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 al numero 389/0405926 o scrivendo una mail a

genitorincrescitaroma@gmail.com

Genitori in crescita_Brochure_compressed

Anche questo autunno il Centro Famiglie Nuovi Legami propone un nuovo ciclo di laboratori musicali, attività rivolta a bambine/i e genitori ispirata alla teoria dell’apprendimento musicale di E. Gordon e condotta da musicisti esperti di questo metodo.
Gli incontri saranno un’occasione per vivere insieme ai propri figli/e e ad altre famiglie un’esperienza ludica di animazione e socializzazione.

I Laboratori musicali sono proposti in 2 cicli di 4 incontri e suddivisi per fascia d’età.

Si svolgeranno presso la Sede Appio del Centro Famiglie nei nei mesi di novembre e dicembre 2021, il martedì pomeriggio, nelle seguenti date:

30 novembre - 7 - 14 - 21 dicembre 2021

1° gruppo - h.16.00: famiglie con bambini/e da 0 a 18 mesi

2° gruppo - h. 17.00: famiglie con bambini/e da 19 a 36 mesi

Per vivere pienamente l’esperienza proposta, sarà importante essere presenti a tutti gli incontri; anche gli adulti saranno chiamati a partecipare attivamente.

Qualora non fosse possibile garantire la presenza di uno o entrambi i genitori, le bambine e i bambini possono essere accompagnati da una nonna, un nonno o un'altra persona adulta di riferimento.

Le attività verranno realizzate garantendo il rispetto di tutte le misure di prevenzione e sicurezza anti covid.

INFO E PRENOTAZIONI:

I Laboratori sono prenotabili a partire da GIOVEDI’ 18 Novembre 2021, chiamando il Centro Famiglie – sede Appio ai numeri 06.69609250 o 334.6678233, esclusivamente negli orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 - martedì e giovedì anche dalle 14.00 alle 18.00.

N.B. Non verranno accettate prenotazioni effettuate lasciando un messaggio in segreteria telefonica, via whatsapp o mail. Sarà necessario parlare con un operatore per registrare la propria adesione.

Per garantire la fruibilità dell’iniziativa al maggior numero di famiglie possibile verrà data priorità a coloro che non hanno già partecipato all’ultimo ciclo proposto a Giugno 2021.

La partecipazione alle attività è GRATUITA

Sito realizzato con finanziamento nell’ambito del PROGETTO MI-FA-SOL Minori e Famiglie Solidali (Det. Reg. Lazio n. G17484 del 15.12.2017)
2020 ©    Tutti i diritti riservati -   www.centrofamiglienuovilegami.it